torna al programma
evento precedente
prossimo evento

SERATA INAUGURALE

venerdì 31 ottobre 2008
Civitanova Marche – ore 21,15
ORCHESTRA FILARMONICA MARCHIGIANA
Direttore MARCO ZUCCARINI
Pianoforte LORENZO DI BELLA
Nell’ambito del progetto “Le Parole della Musica”
PALCOSCENICO MARCHE 2008

Beethoven-Liszt: Visioni romantiche Con Beethoven, sotto l’impulso di una forte “urgenza comunicativa”, la musica si carica di contenuti filosofici, pittorici e letterari che la spingono a superare il puro fenomeno sonoro. La parola, in particolare, si incarna in essa fondando così i presupposti ideologici e formali per la nascita di un genere che avrà molta fortuna in epoca romantica: il poema sinfonico.
Beethoven-Liszt: Visioni Romantiche intende ripercorrere questa affascinante linea genealogica partendo dall’Ouverture dal Coriolano di Beethoven, opera direttamente legata ad un testo drammatico, per giungere a Liszt, l’inventore del poema sinfonico, dove la parola ispira indirettamente, ma altrettanto profondamente, la musica come presupposto significante connesso a suggestioni di natura visiva.
Del grande compositore romantico vengono proposte, oltre al Primo Concerto per pianoforte, con le sue libere forme cicliche anch’esse dettate da segrete intuizioni poetico-visive, due opere emblematiche del genere: Les Préludes, costruiti da Liszt attorno ad una meditazione poetica di Lamartine impiegando materiale musicale ispirato a sua volta a versi del poeta provenzale Joseph Austran, e Totentanz, affascinante evocazione musicale del “trionfo della morte” nata dalla folgorazione poetica che il musicista ebbe di fronte alla vista del Camposanto Monumentale di Pisa e che, in seguito, tradusse in suoni elaborando in forma di variazioni l’intonazione gregoriana del testo del Dies irae.

Ludwig Van Beethoven (1770-1827) Coriolano: Overture

Franz Liszt (1811-1886) Concerto N° 1 in mi bemolle maggiore S124
per pianoforte e orchestra
Allegro maestoso
Quasi adagio
Allegretto vivace
Allegro marziale animato

Intervallo

Franz Liszt Totentanz S126 (Danza macabra) parafrasi sul “Dies irae”
per pianoforte e orchestra

Franz Liszt Les Preludes
Poema Sinfonico per orchestra

Orchestra Filarmonica Marchigiana
L’Orchestra Filarmonica Marchigiana, fondata nell’anno 1985 ed oggi gestita dalla Fondazione Orchestra Regionale delle Marche (FORM), è una delle tredici Istituzioni Concertistiche Orchestrali italiane (ICO) riconosciute dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Attualmente il M° Donato Renzetti ne è il Direttore Principale ed Artistico. Formata per la maggior parte da valenti musicisti marchigiani, fra cui molti giovani, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana affronta con notevole flessibilità il repertorio sia lirico sia sinfonico, distinguendosi di conseguenza per una particolare duttilità sul piano artistico-interpretativo, come rilevato da tutti gli interpreti e i direttori d’orchestra che con essa hanno collaborato.
Nel corso della sua attività, consistente principalmente nella realizzazione della Stagione Sinfonica in ambito regionale e nella partecipazione alle più importanti manifestazioni a carattere lirico delle Marche (Teatro Pergolesi di Jesi, Sferisterio Opera Festival di Macerata, Teatro dell’Aquila di Fermo, Teatro delle Muse di Ancona), si è esibita con grandi interpreti come Gidon Kremer, Natalia Gutman, Vladimir Ashkenazy, Andrea Bacchetti, Alessandro Carbonare, I solisti della Scala, avvalendosi della guida di direttori di prestigio internazionale, quali Gustav Kuhn (Direttore Principale dal 1997 al 2003), Woldemar Nelsson (Direttore Principale Ospite dal 2004 al 2006), Daniel Oren, Donato Renzetti, Bruno Campanella, Corrado Rovaris, Anton Nanut. Rivolge una particolare attenzione alla valorizzazione dei compositori marchigiani del passato, soprattutto Pergolesi, Rossini e Spontini, promuovendo nel contempo anche l’attività dei maggiori compositori marchigiani contemporanei. Collabora con gli Enti e le Associazioni concertistiche più prestigiose della regione Marche. Realizza inoltre circuiti di concerti destinati al
pubblico scolastico.
Dal 1998 al 2002 è stata orchestra principale del Festival Snow & Symphony di St. Moritz. Nel maggio del 2003 ha effettuato una tournèe di concerti in Austria con il sostegno del Consolato Italiano di Innsbruck e l’Istituto Italiano di Cultura. Nel 2005 è stata invitata dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ad eseguire, in collaborazione con il Coro Lirico Marchigiano “V. Bellini”, il tradizionale Concerto di Fine Anno al Quirinale sotto la direzione del Maestro Donato Renzetti, riscuotendo apprezzamenti critici e un grande successo di pubblico. Nel 2006, in occasione dei 250 anni dalla nascita di Mozart, ha realizzato con il contributo dell’Assessorato alla Cultura della Provincia di Macerata il progetto “Sinfonie d’organo”, un concerto itinerante teso alla valorizzazione del patrimonio degli antichi organi delle Marche nello splendore artistico dei luoghi che li ospitano.
Nel Natale del 2006, sotto la direzione di Corrado Rovaris, ha eseguito in tournée a Roma, Betlemme e Gerusalemme il “Concerto per la Vita e per la Pace”, con il soprano Cinzia Forte e il violoncellista Enrico Dindo. Il concerto è stato trasmesso in differita su RAI 1 e su RADIO 3.
L’Orchestra Filarmonica Marchigiana è presente sul mercato discografico con numerose incisioni, tra cui si segnalano: La Serva Padrona e Stabat Mater di G.B. Pergolesi, Guntram di R. Strauss, Rossini Ouvertures, Le nozze di Figaro di W.A. Mozart, Oberto Conte di San Bonifacio e Preludi e Ouverture di G. Verdi. Nel 2003 è uscito il DVD dell’opera L’elisir d’amore di Donizetti realizzato dalla Rai, mentre nel 2004 il CD Sinfonia n. 9 di G. Mahler e il DVD dell’opera I racconti di Hoffmann di Offenbach

Marco Zuccarini
Direttore
Diplomato al Conservatorio Verdi di Milano in Pianoforte e Clarinetto, ha proseguito gli studi di perfezionamento presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in musica da camera con il Maestro Riccardo Brengola. Nel 1982 gli sono stati conferiti due diplomi d’Onore e il premio “Peterlongo” all’Accademia Chigiana di Siena. Ha svolto un’intensa carriera di camerista che lo ha portato ad esibirsi in molte città d’Europa ed importanti Festival collaborando con artisti di fama.
Dal 1989 si è interamente dedicato alla direzione d’orchestra lavorando con rinomate orchestre italiane accanto a prestigiosi solisti. Nel 1990 ha fondato l’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza con la quale ha realizzato la prima ripresa in tempi moderni de le “Nozze” di B. Galuppi, e ha registrato con Maria Tipo il I e IV Concerto di Beethoven per pianoforte per la RAI. Incide per Bongiovanni (Bologna), Music and Arts.
Dal 1992 al 2000 è stato Direttore Principale Residente presso l’Orchestra Sinfonica Abruzzese e nel gennaio 1998 è stato invitato in Australia per dirigere l’Orchestra Giovanile Australiana per il 50° anniversario dell’Australian National Music Camp (concerti registrati dal A.B.C.) e la West Australian Symphony Orchestra a Perth. Da allora è tornato regolarmente ogni anno con tutte le maggiori orchestre sinfoniche dell’ABC a Melbourne, Adelaide, Tasmania, Brisbane, Perth, Canberra e Orchestra Victoria (Melbourne Opera House). A maggio 2002 ha debuttato con la Auckland Philarmonia in Nuova Zelanda ed è stato reinvitato per molti programmi nei successivi cinque anni. Nell’agosto 2002 ha diretto un concerto al 50° Festival di Lubljana con Maxence Larrieu e L’Accademia I Filarmonici di Verona, trasmesso dalla Radio Nazionale Slovena. Nel gennaio 2003 ha diretto a Cagliari la Prima assoluta di ”Notti Sylvane” di Sylvano Bussotti e nell’ottobre 2003 ha diretto all’Opera House di Sydney con 7 recite di Madama Butterfly di Puccini.
Nel 2004 e 2005 ha diretto vari concerti con l’Orchestra dell’Accademia della Scala in Italia. Nel 2005 ha debuttato in due concerti con la Philarmonia Enescu a Bucarest ed ha registrato, col Teatro Bellini di Catania, il dvd della “Serva Padrona” di Paisiello (prima registrazione mondiale in dvd) per Fabula Classica. Nel 2007 ha debuttato con la Sinfonica Siciliana a Palermo e nel 2008 nella Stagione dell’Accademia di Santa Cecilia a Roma.

Lorenzo Di Bella
Lorenzo Di Bella si è imposto sulla scena internazionale vincendo nel 2005 il primo premio e medaglia d’oro al concorso pianistico “V. HOROWITZ” di Kiev (unico italiano ad aver vinto un concorso pianistico in una nazione dell’ex Unione Sovietica). Per meriti artistici nel 2006 gli è stato consegnato in Quirinale dall’ex Presidente Ciampi il Premio Sinopoli, istituito dall’Accademia Nazionale “Santa Cecilia” di Roma in memoria del direttore d’orchestra Giuseppe Sinopoli, scomparso nel 2001. Grande successo hanno riscosso le sue apparizioni al Festival dei Due Mondi di Spoleto, al Festival Liszt di Utrecht, alla Società dei Concerti di Milano e all’Auditorium del Parco della Musica di Roma con l’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia diretta dal M° James Conlon. La sua attività concertistica lo ha portato ad esibirsi in importanti città italiane ed estere e a collaborare con orchestre come: Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra Sinfonica di San Remo, Filarmonica di Bacau, Orchestra Nazionale di Porto, Orchestra Filarmonica Marchigiana, Orchestra Sinfonica di Pesaro, Orchestra Sinfonica Nazionale dell’Ucraina, Orchestra Sinfonica di Nancy, SudWestDeutsche Philarmonie. Lorenzo Di Bella compie i suoi studi musicali al Conservatorio “Rossini” di Pesaro dove si diploma nel 1994 con lode e menzione speciale nella classe del M° B. BIZZARRI. Ha frequentato poi per cinque anni i corsi tenuti da F .SCALA e L. BERMAN presso l’Accademia Pianistica “Incontri col Maestro” di Imola e in seguito i corsi presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma con il M° S. PERTICAROLI.
Così si è espresso il pianista Lazar Berman pochi mesi prima della sua scomparsa: “Lorenzo è un notevole pianista di talento, un brillante virtuoso, un emozionante e raffinato musicista. Io sono stato suo insegnante per tre anni e ho sempre ammirato la sua grande abilità tecnica e la sua forte personalità artistica ma soprattutto la sua voglia di “parlare” al pubblico”… È titolare della cattedra di pianoforte principale presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “G.B.Pergolesi” di Ancona e direttore artistico dell’Accademia Pianistica delle Marche di Recanati.
È stato insignito in Campidoglio del Picus del Ver Sacrum quale “Marchigiano dell’anno 2006” istituito dal CE.S.MA di Roma per la sua attività artistica.
L’IMAIE, Prima Fila e il Conservatorio di Bologna gli hanno assegnato la “Maschera d’oro” riservata ai migliori artisti che si sono distinti nei vari settori musicali.

Civitanova Classica Newsletter

Se vuoi essere informato su tutti gli eventi e i concerti di Civitanova Classica, iscriviti alla nostra newsletter. L'utente dichiara l'espressa autorizzazione al trattamento dei dati personali conferiti ai sensi del DLgs 196/2003.