torna al programma
evento precedente
prossimo evento

CONCERTO INAUGURALE

Giovedì 3 dicembre ore 21.30
ORCHESTRA FILARMONICA MARCHIGIANA
direttore MICHELE NITTI
pianoforte LORENZO DI BELLA

F.Mendelssohn-Bartholdy (1809-1847) Die Hebriden, Fingalshöhle
(Le Ebridi, La grotta di Fingal)
Ouverture op. 26
W. A. Mozart (1756-1791) Sinfonia n. 40 in sol minore K. 550
Allegro molto
Andante
Minuetto-Allegretto
Finale-Allegro assai

Intervallo

R. Schumann (1810-1856) Concerto per pianoforte e orchestra in la minore op. 54
Allegro affettuoso
Intermezzo-Andantino
Allegro vivace

ORCHESTRA FILARMONICA MARCHIGIANA

L’Orchestra Filarmonica Marchigiana, fondata nell’anno 1985 ed oggi gestita dalla Fondazione Orchestra Regionale delle Marche (FORM), è una delle tredici Istituzioni Concertistiche Orchestrali italiane (ICO) riconosciute dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Attualmente il M° Donato Renzetti ne è il Direttore Principale ed Artistico. Formata per la maggior parte da valenti musicisti marchigiani, fra cui molti giovani, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana affronta con notevole flessibilità il repertorio sia lirico, sia sinfonico, distinguendosi di conseguenza per una particolare duttilità sul piano artistico-interpretativo, come rilevato da tutti gli interpreti e i direttori d’orchestra che con essa hanno collaborato. Nel corso della sua attività, consistente principalmente nella realizzazione della Stagione Sinfonica in ambito regionale e nella partecipazione alle più importanti manifestazioni a carattere lirico delle Marche (Teatro Pergolesi di Jesi, Sferisterio Opera Festival di Macerata, Teatro dell’Aquila di Fermo, Teatro delle Muse di Ancona), si è esibita con grandi interpreti come Gidon Kremer, Natalia Gutman, Vladimir Ashkenazy, Andrea Bacchetti, Alessandro Carbonare, I solisti della Scala, avvalendosi della guida di direttori di prestigio internazionale, quali Gustav Kuhn (Direttore Principale dal 1997 al 2003), Woldemar Nelsson (Direttore Principale Ospite dal 2004 al 2006), Daniel Oren, Donato Renzetti, Bruno Campanella, Corrado Rovaris, Anton Nanut, Hubert Soudant.

Rivolge una particolare attenzione alla valorizzazione dei compositori marchigiani del passato, soprattutto Pergolesi, Rossini e Spontini, promuovendo nel contempo anche l’attività dei maggiori compositori marchigiani contemporanei. Collabora con gli Enti e le Associazioni concertistiche più prestigiose della regione Marche. Realizza inoltre circuiti di concerti destinati al pubblico scolastico.

Dal 1998 al 2002 è stata orchestra principale del Festival Snow & Symphony di St. Moritz. Nel maggio del 2003 ha effettuato una tournèe di concerti in Austria con il sostegno del Consolato Italiano di Innsbruck e l’Istituto Italiano di Cultura. Nel 2005 è stata invitata dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ad eseguire, in collaborazione con il Coro Lirico Marchigiano “V. Bellini”, il tradizionale Concerto di Fine Anno al Quirinale sotto la direzione del Maestro Donato Renzetti, riscuotendo apprezzamenti critici e un grande successo di pubblico.

Nel 2006, in occasione dei 250 anni dalla nascita di Mozart, ha realizzato con il contributo dell’Assessorato alla Cultura della Provincia di Macerata il progetto “Sinfonie d’organo”, un concerto itinerante teso alla valorizzazione del patrimonio degli antichi organi delle Marche nello splendore artistico dei luoghi che li ospitano.

Nel Natale del 2006, sotto la direzione di Corrado Rovaris, ha eseguito in tournée a Roma, Betlemme e Gerusalemme il “Concerto per la Vita e per la Pace”, con il soprano Cinzia Forte e il violoncellista Enrico Dindo. Il concerto è stato trasmesso in differita su RAI 1 e su RADIO 3.

L’Orchestra Filarmonica Marchigiana è presente sul mercato discografico con numerose incisioni, tra cui si segnalano: La Serva Padrona e Stabat Mater di G.B. Pergolesi, Guntram di R. Strauss, Rossini Ouvertures, Le nozze di Figaro di W.A. Mozart, Oberto Conte di San Bonifacio e Preludi e Ouverture di G. Verdi. Nel 2003 è uscito il DVD dell’opera L’elisir d’amore di Donizetti realizzato dalla Rai, mentre nel 2004 il CD Sinfonia n. 9 di G. Mahler e il DVD dell’opera I racconti di Hoffmann di Offenbach. serata dedicata alla memoria della poetessa Alda Merini.

MICHELE NITTI

Ha terminato gli studi di Direzione d’orchestra alla sola età di 24 anni diplomandosi brillantemente presso il Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Milano nella classe di Daniele Agiman, del quale è divenuto assistente. Si è successivamente perfezionato con Salvador Mas Conde presso il Conservatorio di Musica di Vienna e presso la Mediterranean Music Academy di Malta, dove ha partecipato ad un seminario internazionale sull’opera italiana e sulla musica sacra con Riccardo Muti. È stato inoltre selezionato per partecipare al “Progetto Giovani Direttori d’Europa 2007” (rivolto a quattro giovani direttori della Comunità europea) organizzato dalla Scuola di Musica di Fiesole e dall’Orchestra Giovanile Italiana sotto la guida di Gabriele Ferro.

Finalista al 1° concorso internazionale per giovani direttori d’orchestra di Lanciano, ha diretto l’Orchestra Sinfonica Internazionale Giovanile “F.Fenaroli” eseguendo la Grande Pasqua Russa di Korsakov e la Danze Polovesiane di Borodin, dopo aver seguito un seminario di direzione d’orchestra tenuto da Donato Renzetti. È stato scelto come direttore per rappresentare il Conservatorio “G. Verdi” di Milano nelle ultime fasi del Concorso Nazionale di direzione d’orchestra indetto dal MIUR nel 2005. Dopo un’audizione indetta dal Comune di Milano e dall’associazione Euphoné, ha diretto a Milano il Concerto inaugurale del Festival Mozart Giovani nell’ambito delle celebrazioni per i 250 anni dalla nascita del genio di Salisburgo. Il concerto è stato inserito nel calendario generale delle manifestazioni mozartiane “Mozart Milano 2006”.

Il 12 agosto 2005 ha esordito in campo operistico salendo sul podio nella direzione de “La Bohème” di G. Puccini, a chiusura della prestigiosa “Rassegna di Opera e Operetta” organizzata dall’Associazione “Amici della Lirica” in collaborazione con il Comune di Fontanellato e il patrocinio della Provincia di Parma.

Nel 2007 ha inaugurato il Festival Internazionale di Musica Sacra “Virgo Lauretana 2008” (Loreto) dirigendo il Messiah di Handel (Orchestra Filarmonica Marchigiana e Christ Church Cathedral Choir di Dublino).

Ha ricoperto l’incarico di assistente di Alberto Veronesi con il quale ha collaborato per una registrazione con l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna; ha collaborato con Lorin Maazel come assistente musicale alla regia.

Ricopre attualmente la cattedra di Esercitazioni Orchestrali presso il Conservatorio di Musica “G. Nicolini” di Piacenza. Al Teatro Municipale dei Filodrammatici di Piacenza ha ottenuto grande successo di pubblico e critica la recente direzione de Il Segreto di Susanna di E. W. Ferrari (regia di S. Grandis). Ha intrapreso giovanissimo gli studi di Composizione seguito dal M° M. Della Sciucca, per poi proseguirli con il M° R. Andreoni e con il M° A. Marena. Con quest’ ultimo ha contribuito alla realizzazione della partitura della “Messa Crux in gloria per orchestra, soli e coro” eseguita in occasione della Messa di canonizzazione di Padre Pio da Pietrelcina in Piazza San Pietro, Vaticano. Accanto agli studi musicali ha portato a termine quelli filosofico-umanistici presso l’Università degli studi di Bari dove ha discusso una tesi in “Storia della musica moderna e contemporanea” dal titolo “Fra tradizione e innovazione. Le concezioni armoniche di G. Mahler”, laureandosi in Lettere con la votazione di 110 e Lode.

LORENZO DI BELLA

Lorenzo Di Bella si è imposto sulla scena internazionale vincendo nel 2005 il Primo Premio e Medaglia d’oro al concorso pianistico V. Horowitz di Kiev (unico italiano ad aver vinto un concorso pianistico in una nazione dell’ex Unione Sovietica).

Per meriti artistici nel 2006 gli è stato consegnato in Quirinale dall’ex Presidente Ciampi il Premio Sinopoli, istituito dall’Accademia Nazionale “Santa Cecilia” di Roma in memoria del direttore d’orchestra Giuseppe Sinopoli, scomparso nel 2001.

Grande successo hanno riscosso le sue apparizioni al Festival dei Due Mondi di Spoleto, al Teatro delle Muse di Ancona, al Festival Liszt di Utrecht, alla Società dei Concerti di Milano e all’Auditorium “Parco della Musica” di Roma con l’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia diretta dal M° James Conlon. Ha ricevuto premi e riconoscimenti nazionali a cominciare dalla vittoria al “Premio Venezia” del 1995.

La sua attività concertistica lo ha portato ad esibirsi in importanti città italiane ed estere e a collaborare con orchestre come: Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra Sinfonica di San Remo, Filarmonica di Bacau, Orchestra Nazionale di Porto, Orchestra Filarmonica Marchigiana, Orchestra Sinfonica di Pesaro, Orchestra Sinfonica Nazionale dell’Ucraina, Orchestra Sinfonica di Nancy, SudWestDeutsche Philarmonie.

Lorenzo Di Bella compie i suoi studi musicali al Conservatorio “Rossini” di Pesaro dove si diploma nel 1994 con lode e menzione speciale nella classe del M° B. Bizzarri. Ha frequentato poi per cinque anni i corsi tenuti da F. Scala e L. Berman presso l’Accademia Pianistica “Incontri col Maestro” di Imola e, in seguito, i corsi presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma con il M° S. Perticaroli.

Così si è espresso il pianista Lazar Berman pochi mesi prima della sua scomparsa: “Lorenzo è un notevole pianista di talento, un brillante virtuoso, un’emozionante e raffinato musicista. Io sono stato suo insegnante per tre anni e ho sempre ammirato la sua grande abilità tecnica e la sua forte personalità artistica ma soprattutto la sua voglia di “parlare” al pubblico…”.

Di Bella è titolare della cattedra di pianoforte principale presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. B. Pergolesi” AFAM di Ancona e direttore artistico dell’Accademia Pianistica delle Marche di Recanati dove ogni anno si organizzano masterclasses e seminari con pianisti e didatti di fama internazionale.

Il CE.S.MA di Roma lo ha insignito del Picus del Ver Sacrum quale Premio “Marchigiano dell’anno 2006” per la sua attività artistica, insieme all’attore Max Giusti e al sovrintendente P. L. Pizzi, riconoscimento questo a cui tiene molto per il suo attaccamento alle Marche e alla sua città. Nelle stagioni 2010 e 2011 sarà protagonista al Teatro La Fenice di Venezia e nuovamente al Parco della Musica di Roma in veste di solista. È ideatore e direttore artistico della stagione concertistica CIVITANOVA CLASSICA.

Civitanova Classica Newsletter

Se vuoi essere informato su tutti gli eventi e i concerti di Civitanova Classica, iscriviti alla nostra newsletter. L'utente dichiara l'espressa autorizzazione al trattamento dei dati personali conferiti ai sensi del DLgs 196/2003.