torna al programma
evento precedente
prossimo evento

CONCERTO INAUGURALE

Domenica 17 Dicembre 2017 ore 21.15
Civitanova Alta, Teatro Annibal Caro

ORCHESTRA FILARMONICA MARCHIGIANA
FABIO MAESTRI
direttore
JACOPO FULIMENI
pianoforte
STEFAN MILENKOVIĆ
violino

Programma

Franz J. HAYDN (1732-1809)
Ouverture da Lo Speziale Hob. ia/10
Concerto per pianoforte e orchestra Hob. XVIII/11:

I. Vivace
II. Un poco adagio
III. Rondo all’ungarese – allegro assai

INTERVALLO

La pillola d’arte del Prof. STEFANO PAPETTI

Piotr I. ČAJKOVSKIJ (1840 – 1893)
Concerto per violino e orchestra op. 35:

I. Allegro moderato
II. Canzonetta – andante
III. Finale – allegro vivacissimo

In collaborazione con


unitre


Si ringraziano

 

 

 



FORMOrchestra Filarmonica Marchigiana

La FORM – Orchestra Filarmonica Marchigiana è un’Istituzione Concertistica Orchestrale Italiana, fra le tredici riconosciute dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Affronta il repertorio sia lirico, sia sinfonico con notevole flessibilità e duttilità sul piano artistico-interpretativo, come rilevato da tutti gli interpreti e i direttori d’orchestra che con essa hanno collaborato.

Nel corso della sua attività, in primo luogo nella realizzazione della Stagione Sinfonica in ambito regionale e nella partecipazione alle più importanti manifestazioni a carattere lirico delle Marche, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana si è esibita con grandi interpreti come G. Kremer, N. Gutman, V. Ashkenazy, I. Pogorelich, U. Ughi, S. Accardo, A. Lonquich, M. Brunello, avvalendosi della guida di direttori di prestigio internazionale, quali G. Kuhn, W. Nelsson, D. Renzetti, A. Battistoni, H. Soudant. Collabora con gli Enti e le Associazioni concertistiche più prestigiose del territorio marchigiano, realizzando anche circuiti di concerti destinati al pubblico scolastico.

L’Orchestra ha partecipato a importanti eventi di carattere nazionale e internazionale, fra i quali: Concerto di Fine Anno al Quirinale (2005); Concerto per la Vita e per la Pace in Roma, Betlemme e Gerusalemme (2006); veglia e concerto serale per l’incontro di Papa Benedetto xvi con i giovani di tutto il mondo a Loreto (1 settembre 2007); partecipazione con il chitarrista G. Seneca al Festival Internazionale di Izmir (Turchia) con il concerto “Serenata mediterranea” (2009), successivamente riproposto anche al Festival Internazionale di Hammamet (2010); “Concerto in onore di Benedetto xvi”, offerto al Pontefice dal Cardinale Domenico Bartolucci (2011); Concerto “De-Sidera” con G. Allevi e diretta tv “Al centro della Vita”, in occasione del Congresso Eucaristico Nazionale di Ancona (2011).
Attualmente la FORM – Orchestra Filarmonica Marchigiana si avvale della direzione artistica del M° F. Tiberi e dal 2015 della direzione principale del M° H. Soudant.



Fabio_MaestriFabio Maestri

Compositore e direttore d’orchestra, ha studiato con F. Donatoni e F. Ferrara. Da quarant’anni attivo sulla scena musicale, ha diretto in prestigiosi enti e festival: Maggio Musicale Fiorentino, Teatro ‘S. Carlo’ di Napoli, Teatro Comunale di Bologna, Teatro Massimo di Palermo, Teatro dell’Opera di Roma, Teatro Lirico di Cagliari, Ravenna Festival, Teatro dell’Opera di Nizza, Belcanto Festival di Dordrecht (Olanda), Atelier Lirique de Tourcoing (Francia), Festival delle Nazioni, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto, Sagra Musicale Umbra. È stato più volte ospite d’importanti orchestre quali: Orchestra sinfonica nazionale della Rai, Orchestra regionale della Toscana, Orchestra Sinfonica Siciliana, Orchestre Philarmonique de Nice, Orchestra del Teatro Petruzzelli, Orchestra sinfonica di Sanremo, Istituzione sinfonica Abruzzese, Orchestra Filarmonica Marchigiana, Orchestra dei Pomeriggi Musicali, Orchestra regionale del Lazio, Orchestra sinfonica ‘Tito Schipa’ di Lecce.

Assai apprezzato come esecutore di musica contemporanea, ha più volte diretto alla Biennale di Venezia, a Rai Nuova Musica (Torino), al Festival Play.it! (Firenze, ORT), al Festival Musica d’oggi, al Festival Pontino, al Festival di Nuova Consonanza, al Festival di Villa Medici (Roma), all’Accademia Filarmonica Romana (Teatro Olimpico), al Sinopoli Festival (Taormina). Tra gli autori di cui ha diretto prime assolute si ricordano: Panni, Pennisi, Donatoni, Bortolotti, Brouwer, Manzoni, Galante, Cardi, Ambrosini, Sbordoni, Tutino, Betta, Del Corno, Boccadoro, D’Amico, Dall’Ongaro, Pedini, Vacca, Panfili, Gregoretti, Montalti, Antignani.
Sue composizioni sono state premiate e segnalate in diversi concorsi e rassegne tra cui: Venezia Opera Prima (1981), Concorso Achantes di Parigi (1983, presidente Yannis Xenakis). Ha curato numerose revisioni di opere di Pergolesi, Haendel, Padre Martini, Morlacchi, Vaccaj, Haydn. Ha al suo attivo 19 produzioni discografiche, dal ‘600 ai contemporanei.



Jacopo_FulimeniJacopo Fulimeni

Sedicenne, ha iniziato lo studio del pianoforte a 8 anni con il M° A. Strappa, per poi sostenere l’esame di ammissione al Conservatorio ‘G.B. Pergolesi’ di Fermo. Si è classificato 1° assoluto in diversi concorsi, tra i quali: il Nazionale “Città dell’Aquila”; il Nazionale “Città di Riccione”; il Nuova Coppa pianisti di Osimo; il Nazionale Piove di Sacco; l’Internazionale ‘A. Baldi’ di Bologna e l’Internazionale “PianoTalents” di Milano. A 12 anni ha tenuto il suo primo recital presso la Sala dei Ritratti di Fermo, invitato dalla Gioventù Musicale Italiana e inserito in cartellone accanto a grandi protagonisti della scena pianistica internazionale, come F.J. Thiollier, V. Kolodhenko e Y. Avdeeva. Grandi nomi del pianismo hanno inoltre espresso parole di elogio e di vivo apprezzamento nei suoi riguardi, tra questi: A. Kravtchenko, L .Margarius, P. Raskin, F. Scala, R. Risaliti, B. Bekhterev, P. Iannone e G. Andaloro. Al Concorso “PianoTalents” di Milano, il M° V. Balzani, presidente di giuria, ha definito Jacopo “un grandissimo talento, dotato di mezzi tecnici e musicali impressionanti”.

Iscrittosi al Triennio Accademico a Fermo, nella classe del M° F. Viti, è stato poi ammesso nel settembre 2013 alla frequenza del corso pluriennale (con borsa di studio) presso la prestigiosa Accademia Internazionale “Incontri col Maestro di Imola”, per proseguire successivamente gli studi nel corso di perfezionamento presso l’Accademia Pianistica delle Marche di Recanati sotto la guida del M° L. Di Bella, che da sempre ne cura la preparazione. Ha partecipato ai corsi del Progetto International Masterclasses IMC 2013, conseguendo una borsa di studio come vincitore assoluto delle selezioni (tra 150 partecipanti) ed esibendosi nel luglio 2014 presso il FestivalFlorio di Favignana, in un recital registrato da Radio Vaticana. Ha esordito nel 2012 nel ruolo di solista con orchestra e, l’anno successivo, a soli 13 anni, al Teatro dell’Aquila di Fermo con il Concerto di Grieg insieme all’Orchestra del Conservatorio ‘G.B. Pergolesi’.

L’Associazione “La Nuova Arca” di Torino, in collaborazione con la Provincia e la Regione Piemonte, con il quotidiano La Stampa e con L’Università di Torino, gli ha attribuito nella sezione “Giovani Talenti Emergenti”, il Premio Internazionale “Arca d’oro Italia”. È stato inoltre invitato dagli “Amici del Loggione della Scala” e dalla Sony Classical Kids a tenere un recital presso la Sala Bellini dell’Accademia di Brera, in occasione dell’EXPO milanese. Come giovane promessa musicale è stato chiamato a tenere diversi concerti presso numerosi Festival pianistici: Festival Liszt di Grottammare; Festival pianistico internazionale di Casale Monferrato; “Master4strings” di Pistoia; FestivalFlorio a Favignana; Festival musicale Piceno; Mugellini Festival di Potenza Picena.


MIlenkovicStefan Milenković

Nativo di Belgrado, ha iniziato lo studio del violino all’età di 3 anni, dimostrando subito un raro talento che lo portta alla sua prima apparizione con orchestra, in qualità di solista, all’età di sei anni, incominciando così una carriera che lo ha portato ad esibirsi in tutto il mondo. È stato invitato, all’età di 10 anni, a suonare per il presidente R. Reagan in un concerto natalizio a Washington, per il presidente M. Gorbaciov quando aveva 11 anni e per il Papa Giovanni Paolo II all’età di 14 anni. Ha festeggiato il suo millesimo concerto all’età di sedici anni a Monterrey, in Messico.

Vincitore di molti premi, ha partecipato ai più importanti concorsi internazionali, quali: Concorso di Indianapolis (USA); “Tibor Varga” (Svizzera); “Queen Elizabeth” (Bruxelles); “Yehudi Menuhin” (Gran Bretagna); “Ludwig Spohr” di Weimar Concorso di Hannover (Germania); “Lipizer” di Gorizia infine e “Paganini” di Genova, in Italia. Riconosciuto a livello internazionale per le sue eccezionali doti tecniche ed interpretative, ha suonato come solista con l’Orchestra Sinfonica di Berlino, l’Orchestra di Stato di San Pietroburgo, l’Orchestra del Teatro Bolshoj, la Helsinki Philharmonic, l’Orchestra di Radio-France, l’Orchestra Nazionale del Belgio, la Filarmonica di Belgrado, l’Orchestra di Stato del Messico, l’Orchestra Sinfonica di Stato di San Paolo, l’Orpheus Chamber Orchestra, le Orchestre di Melbourne e del Queensland (in Australia), l’Indianapolis Symphony Orchestra, la New York Chamber Symphony Orchestra, la Chicago Symphony Orchestra, collaborando con direttori del calibro di L. Maazel, D. Oren, Lu Jia, L. Shambadal, V. Fedoseyev o Sir N. Marriner. La sua discografia include le Sonate e le Partite di J.S. Bach, e l’integrale delle composizioni di N. Paganini per violino solo (Dynamic, 2003).

È impegnato in cause umanitarie, e nel 2003 gli è stato attribuito a Belgrado il riconoscimento “Most Human Person”. Ha inoltre partecipato a numerosi concerti patrocinati dall’UNESCO a Parigi, esibendosi al fianco di P. Domingo, L. Maazel, A. Weissenberg e Sir Y. Menuhin. Dedito anche all’insegnamento, dal 2002 è stato assistente di I. Perlman alla Juilliard School di New York, prima di accettare l’attuale incarico di Professore di violino presso l’Università dell’Illinois. Stefan Milenković suona un violino Guadagnini del 1783.

Civitanova Classica Newsletter

Se vuoi essere informato su tutti gli eventi e i concerti di Civitanova Classica, iscriviti alla nostra newsletter. L'utente dichiara l'espressa autorizzazione al trattamento dei dati personali conferiti ai sensi del DLgs 196/2003.