torna al programma
evento precedente
prossimo evento

CONCERTO INAUGURALE

Sabato 19 novembre 2011 ore 21.30
ORCHESTRA FILARMONICA MARCHIGIANA
GIAMPAOLO MARIA BISANTI
direttore
MAURIZIO BAGLINI
pianoforte
( Premio “Montecarlo 1999”)


L. van Beethoven (1770-1827)
Sinfonia n. 1 in do magg., op. 21

I. Adagio molto – Allegro con brio
II. Andante cantabile con moto
III. Minuetto
IV. Adagio – Allegro molto e vivace

INTERVALLO

L. van Beethoven(1770-1827)
Concerto per pianoforte e orchestra n. 5 in mi bemolle magg. op. 73″ Imperatore”
Allegro
Adagio un poco moto
Rondò: Allegro, ma non troppo


FORM – Orchestra Filarmonica Marchigiana
La FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana, fondazione istituita con Legge Regionale 2/99, è una delle tredici Istituzioni Concertistiche Orchestrali Italiane riconosciute dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Attualmente il M° Donato Renzetti ne è il Direttore Principale ed Artistico.
Formata per la maggior parte da valenti musicisti marchigiani, fra cui molti giovani, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana affronta con notevole flessibilità il repertorio sia lirico, sia sinfonico, distinguendosi di conseguenza per una particolare duttilità sul piano artistico-interpretativo, come rilevato da tutti gli interpreti e i direttori d’orchestra che con essa hanno collaborato.
Nel corso della sua attività, consistente principalmente nella realizzazione della Stagione Sinfonica in ambito regionale e nella partecipazione alle più importanti manifestazioni a carattere lirico delle Marche, si è esibita con grandi interpreti come Gidon Kremer, Natalia Gutman, Vladimir Ashkenazy, Ivo Pogorelich, avvalendosi della guida di direttori di prestigio internazionale, quali Gustav Kuhn, Woldemar Nelsson, Daniel Oren, Donato Renzetti, Bruno Campanella, Hubert Soudant.
Collabora con gli Enti e le Associazioni concertistiche più prestigiose del territorio marchigiano, realizzando anche circuiti di concerti destinati al pubblico scolastico.
L’Orchestra ha partecipato anche ad una serie di importanti eventi a carattere nazionale e internazionale, fra i quali: Concerto di Fine Anno al Quirinale (2005); Concerto per la Vita e per la Pace – Roma, Betlemme, Gerusalemme (2006); veglia e concerto serale per l’incontro di Papa Benedetto XVI con i giovani di tutto il mondo a Loreto (1 settembre 2007); partecipazione con il chitarrista Giovanni Seneca al Festival Internazionale di Izmir (Turchia) con il concerto “Serenata mediterranea” (luglio 2009), successivamente riproposto, nel 2010, al Festival Internazionale di Hammamet; Concerto in onore di Benedetto XVI a Castel Gandolfo (31 agosto 2011); Concerto “De-Sidera” con Giovanni Allevi e Diretta TV “Al centro della Vita” in occasione del Congresso Eucaristico Nazionale di Ancona (4 e 10 settembre 2011).
L’Orchestra Filarmonica Marchigiana è presente sul mercato discografico con numerose incisioni, tra cui si segnalano: La Serva Padrona e Stabat Mater di G.B. Pergolesi, Guntram di R. Strauss, Rossini Ouvertures, Le nozze di Figaro di W.A. Mozart, Oberto Conte di San Bonifacio e Preludi e Ouverture di G. Verdi, Sinfonia n. 9 di G. Mahler; inoltre diverse opere liriche in DVD: L’elisir d’amore di Donizetti realizzato dalla Rai, I racconti di Hoffmann di Offenbach, Macbeth di Verdi, Norma di Bellini, Maria Stuarda di Donizetti.

GIAMPAOLO MARIA BISANTI
Nato a Milano, compie i suoi studi musicali presso il Conservatorio “G. Verdi” della sua città diplomandosi con il massimo dei voti nel 1997.Ha debuttato oltre 30 Titoli operistici e diretto più di 300 Concerti Sinfonici tra cui anche numerose Partiture d’Avanguardia.Alcuni dei suoi più prestigiosi debutti sono: La Bohème a Tel Aviv alla guida di una delle più blasonate Orchestre del Mondo la “ISRAEL PHILARMONIC ORCHESTRA” che, al termine dell’esecuzione, gli ha tributato un caloroso riconoscimento;
Otello
di G. Verdi al Teatro Alighieri di Ravenna, al Teatro Goldoni di Livorno, al Teatro Sociale di Trento ed al Teatro dell’opera Giocosa di Savona;Don Giovanni a Bassano del Grappa ed al Teatro Verdi di Padova; Madama Butterfly alla Staatsoper Wien;Il Trittico al Teatro Alighieri di Ravenna; Orpheè et Eurydice con i fratelli Alagna al Teatro Comunale di Bologna; Macbeth al Teatro Sociale di Trento e Rovigo; Manon Lescaut al Teatro Massimo di Palermo; La Boheme al Teatro La Fenice di Venezia ed al Teatro Comunale di Firenze.

MAURIZIO BAGLINI
Premiato giovanissimo nei più importanti concorsi (Busoni di Bolzano, William Kapell del Maryland), a 24 anni vince con consenso unanime della giuria il World Music Piano Master di Montecarlo. Ospite dei più prestigiosi Festivals – La Roque d’Anthéron, Loeckenhaus, Yokohama Piano Festival, Australian Chamber Music Festival, Benedetti Michelangeli di Bergamo e Brescia, Rossini Opera Festival, Festival Berlioz à La Cote St. André, Nohant, Nuits Romantiques à Aix les Bains  – viene regolarmente invitato come solista e in formazioni di musica da camera da istituzioni internazionali di ragguardevole spessore: Salle Gaveau di Parigi, Kennedy Center di Washington, Auditorium del Louvre, Gasteig di Monaco di Baviera. Ha collaborato con direttori quali Emanuel Krivine, Maximiano Valdes, Donato Renzetti, Antonello Allemandi, Massimiliano Caldi, Howard Griffiths, Karl Martin, Seikyo Kim.
Ha un vasto repertorio che spazia da Byrd alla musica contemporanea, con riferimenti importanti a Chopin. Dal 2005 suona stabilmente in duo con la violoncellista Silvia Chiesa. Ha al suo attivo una rilevante discografia che include fra l’altro due versioni dei 27 Studi di Chopin, eseguiti sia su strumenti originali del XIX secolo che su pianoforte moderno. Nel 2005 ha dato inizio alla registrazione integrale delle trascrizioni di Busoni da Bach, per Tudor, terminata nel 2009. Ha pubblicato un DVD con il Concerto n° 1 di Chopin accompagnato dalla New Japan Philharmonic Orchestra. Di recente pubblicazione l’integrale dell’opera pianistica di Rolf Urs Ringger, che include cinque prime assolute, e la Nona Sinfonia di Beethoven nella trascrizione per pianoforte solo di Liszt, pubblicata dalla Decca.
Nel 2007 viene invitato come unico pianista italiano a festeggiare i 100 anni della Salle Gaveau a Parigi, in una serata trasmessa dall’emittente televisiva France 3 a cui, fra gli altri, hanno partecipato Martha Argerich e Nelson Freire. Nel 2008 è stato ospite principale della trasmissione televisiva Toute la Musique qu’ils aiment, su France 3, e ha eseguito al Musée d’Orsay a Parigi la Sinfonia n° 9 di Beethoven nella trascrizione per pianoforte solo di Liszt, con il Coro di Radio France, in diretta radiofonica su France Musique. Nel 2009 all’Israel Festival ha eseguito nella stessa serata un monumentale programma formato dalla Nona di Beethoven-Liszt seguita dai 12 Studi op. 10 e i 12 Studi op. 25 di Chopin.
Nel gennaio-febbraio del 2010 ha registrato gli Studi Trascendentali di Liszt per la Decca e ha debuttato con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai nella prima mondiale del Concerto scritto per lui da Azio Corghi. Nel 2011, DECCA pubblica Rêves, un terzo cd in occasione del bicentenario dalla nascita di Franz Liszt, oltre ad un cd dedicato a Brahms e Schubert in duo con Silvia Chiesa. È direttore artistico del Festival Dionisus che si tiene ogni estate nel castello di Colle Massari, a Cinigiano presso Grosseto. Dal 2011 cura la direzione artistica degli eventi nello spazio milanese Showroom Fazioli e del nuovo progetto di lezioni-concerto presso Palazzo Reale a Pisa, oltre al nuovo festival francese “ les musiques de Montcaud “.   www.mauriziobaglini.com




Si ringrazia

Civitanova Classica Newsletter

Se vuoi essere informato su tutti gli eventi e i concerti di Civitanova Classica, iscriviti alla nostra newsletter. L'utente dichiara l'espressa autorizzazione al trattamento dei dati personali conferiti ai sensi del DLgs 196/2003.