torna al programma
evento precedente
prossimo evento

CONCERTO DI CHIUSURA

Acquista biglietti online
vivaticket

 

Martedì 15 Maggio 2018 ore 21.15
Civitanova Alta, Teatro Annibal Caro

ORCHESTRA FILARMONICA MARCHIGIANA
MICHEL BROUSSEAU direttore
LORENZO DI BELLA pianoforte
MARIAN SOBULA pianoforte

Programma

W. A. MOZART (1756-1791)
Ouverture da Le Nozze di Figaro k 492

F. CHOPIN (1810-1849)
Concerto per pianoforte e orchestra n. 2, op. 21:

I. Maestoso
II. Larghetto
III. Allegro vivace

INTERVALLO

interverrà NICOLÒ RIZZI, musicologo

Edvard GRIEG (1843-1907)

Concerto per pianoforte e orchestra op. 16:

I. Allegro molto moderato
II. Adagio
III. Allegro moderato molto e marcato

 


Si ringrazia

 

 

 

 


Photo_MichelMichel Brousseau

«Musicista completo, direttore e pianista canadese, è inoltre Direttore Artistico della New World Philharmonic Society che include l’Orchestra ed il New World Philharmonic Choir, il Classical Choir di Ottawa, Les Chanteurs de Sainte-Thérèse, e il Choeur Tremblant. È inoltre direttore musicale nonché Direttore Artistico dell’International Choir, la cui missione è di organizzare tour e progetti con artisti da tutto il mondo. I progetti più ambiziosi hanno avuto luogo in Italia, Romania e Francia, in alcune delle più belle cattedrali di quei paesi, mentre nel 2017 il Coro si è recato nel Regno Unito dove il M° Brousseau lo ha diretto in due lavori del compositore britannico John Rutter, in alcune chiese storiche del paese.

Michel è stato introdotto alla musica sin dalla più tenera età. La sua passione ed il suo precoce talento vennero ben presto notati, cosicché incominciò i propri studi pianistici sin dall’età di nove anni. Sviluppò rapidamente uno speciale interesse per la musica sinfonica ed all’età di quattordici anni già era convinto di voler diventare un direttore-­ d’orchestra. Ha studiato direzione prima con il M° R. Armenian, perfezionando poi i propri studi al Conservatorio di Montreal, dove ha pure ricevuto il primo premio al proprio diploma in pianoforte. Ha inoltre studiato direzione, tra gli altri, con O. Werner-Müller, M. Nachev, V. Vachev ed A. Faldi. Nel 2005 è stato finalista al Concorso internazionale per direzione d’opera “Luigi Mancinelli”. La sua attività di direzione l’ha più volte condotto in Italia, Francia, Repubblica Ceca, Romania, Bulgaria, Ucraina, negli Stati Uniti ed ovviamente in diverse località del Canada. Appassionato di lirica, è spesso salito su diversi podî europei, americani e canadesi per dirigervi opera. Nel febbraio del 2013 ha condotto la prima esecuzione italiana dell’opera Pinocchio, al rinomato Teatro San Carlo di Napoli.

Un’altra sua personale passione risiede nel poter introdurre il suo pubblico a un repertorio classico meno usualmente frequentato nelle sale da concerto. Nel 2007 ha scoperto alcuni degli ultimi lavori di Théodore Dubois, contemporaneo di G. Fauré e nel giugno 2010, con l’International Choir, è stato invitato alla Carnegie Hall di New York City per eseguirvi la Messe de Saint Rémi di questo compositore francese, insieme alla New England Symphonic Ensemble. Nel 2012 è invece stato ospite del Concerto di Chiusura per la quarta edizione di questo Festival Civitanova Classica, già allora alla guida dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana ed affianco al M° Lorenzo Di Bella come solista. In qualità di pianista, il M° Brousseau ha al suo attivo alcune incisioni con la soprano Maria Kanpik, oltre all’opera completa per voce e pianoforte (op. 74) di F. Chopin. Il disco, con titolo Pieśni, è stato realizzato sul finire del 2014.



lorenzo_dibellaLorenzo Di Bella

Si è aggiudicato nel 2005 il primo premio e medaglia d’oro al concorso pianistico ‘Horowitz’ di Kiev (unico italiano ad aver vinto un concorso pianistico in una nazione dell’ex Unione Sovietica). Per meriti artistici nel 2006 gli è stato consegnato in Quirinale, dall’ex Presidente Ciampi, il ‘Premio Sinopoli’, in memoria del direttore d’orchestra Giuseppe Sinopoli, scomparso nel 2001. Nel 1995 si è aggiudicato il ‘Premio Venezia’, il più importante concorso nazionale a seguito del quale ha tenuto recital per le maggiori società concertistiche italiane.

Grande successo hanno riscosso le sue apparizioni al ‘Festival dei Due Mondi’ di Spoleto, su invito personale del M° Giancarlo Menotti, al Teatro “La Fenice” di Venezia, al Teatro Olimpico di Vicenza, al Teatro delle Muse di Ancona, alla Sala Michelangeli di Bolzano, al Festival Liszt di Utrecht, all’ETH di Zurigo, al Festival Chopin di Marianske Lazne, oltre che ad Amburgo, Berlino, Praga, Cracovia, Sarajevo, Montreal, Ottawa, Denver (CIPA), Pechino, Shanghai (Oriental Center), Wuhan, Xi’han, alla Società dei Concerti di Milano e all’Auditorium ‘Parco della Musica’ di Roma, con l’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia. La sua attività concertistica lo ha portato ad esibirsi in importanti città italiane ed estere, e a collaborare con orchestre quali l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra Sinfonica di San Remo, l’Orchestra Nazionale di O’Porto, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, l’Orchestra Sinfonica di Pesaro, l’Orchestra Sinfonica Nazionale dell’Ucraina, l’Orchestra Sinfonica di Nancy, la Südwestdeutsche Philarmonie, l’Orchestra Sinfonica Villingen-Schwenningen, la New World Philarmonic, la Moravian Philarmonic Orchestra, la West Bohemia Orchestra e la Philarmonisches Kammerorchester Berlin. Ha collaborato con numerosi direttori tra cui J. Conlon, K. Karabits, V. Christopoulos, R. Seehafer, J. Iwer, Z. Müller, V. Sirenko, M. Maciaszczyk, M. Brousseau, D. Crescenzi e F. Lanzillotta. Lorenzo Di Bella compie i suoi studi musicali al Conservatorio ‘G. Rossini’ di Pesaro, dove si diploma con lode e menzione speciale nella classe del M° B. Bizzarri. Ha frequentato poi per cinque anni i corsi tenuti da F. Scala e L. Berman presso l’Accademia Pianistica “Incontri col Maestro” di Imola e, in seguito, i corsi presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma con S. Perticaroli.

Così si è espresso il pianista Lazar Berman pochi mesi prima della sua scomparsa: «Lorenzo è un notevole pianista di talento, un brillante virtuoso, un emozionante e raffinato musicista. Io sono stato suo insegnante per tre anni e ho sempre ammirato la sua grande abilità tecnica e la sua forte personalità artistica ma soprattutto la sua voglia di parlare al pubblico…». Dal 2016 è docente di pianoforte principale presso l’Istituto Statale Superiore di Studi Musicali ‘G. Braga’ di Teramo e direttore artistico dell’Accademia Pianistica delle Marche di Recanati dove ogni anno organizza masterclasses con pianisti e didatti di fama internazionale.

Per la sua attività artistica è stato insignito in Campidoglio del ‘Picus del Ver Sacrum’, insieme all’attore Max Giusti e al soprintendente Pier Luigi Pizzi, quale ‘Marchigiano dell’anno 2006’, riconoscimento istituito dal Ce.S.MA di Roma. Ha eseguito nel 2013 l’integrale delle Études-Tableaux di Rachmaninov in due concerti, a Torino e Milano, all’interno della settima edizione del Festival MiTo – Settembre Musica. È ideatore e direttore artistico della stagione concertistica Civitanova Classica Piano Festival, del Mugellini Festival di Potenza Picena e del Concorso Pianistico ‘La Palma d’oro’ di San Benedetto del Tronto.



marian_sobulaMarian Sobula

Diplomatosi nel 2005 all’Accademia di Musica di Cracovia, col M° A. Pikul, ha poi perfezionato i propri studi all’Accademia di Santa Cecilia in Roma, col M° S. Perticaroli (venendo nominato miglior diplomato del 2008). Ha poi frequentato diverse masterclasses con A. Vardi, e si è infine addottorato nel 2011 con un’esecuzione degli Studi d’esecuzione trascendentale di Liszt. È vincitore di diversi concorsi nazionali e internazionali, tra cui: la medaglia al Maria Canals Piano Competition di Barcellona; il Premio Speciale al Concorso “Dr. Luis Sigall” di Vina Del Mar (in Cile) e la Yamaha Music Foundation of European Competition. Pianista particolarmente attivo, si è esibito in più di 500 concerti in 42 diversi paesi, in città come Berlino, Budapest, Buenos Aires, Gerusalemme, Madrid, Milano, Parigi, Praga, Tokyo, Toronto o Vienna, spesso calcando le scene di famose sale da concerto come la Carnegie Weill Hall, la Sydney Opera House, il Palacio de Bellas Artes di Città del Messico, la Beethovenhalle di Bonn, l’Auditorio Parco Della Musica di Roma, il Teatro Municipal di Santiago in Cile, o la Warsaw Philharmonic Hall.

La sua attività concertista l’ha portato a partecipare anche a numerosi festival di prestigio, tra i quali: il Beethovenfest di Bonn, l’Easter Beethoven Festival, la FIMA e diversi Chopin festivals in Marienbad, Buenos Aires, Geneve e Bruxells. Ha inoltre suonato al World Exhibition EXPO di Aichi, in Giappone, e di Saragozza, in Spagna, al Nobel-Prize meeting di Varsavia, nonché per la William Walton’s Foundation di Londra. Con un suo concerto l’Opera House di Sidney ha celebrato la visita del Console Generale polacco in Australia. Marian era solo dodicenne quando ha suonato per la prima volta con un’orchestra (la Wrocław Philharmonic), ed il suo debutto è stato con la Simon Bolivar Symphony Orchestra al Teatro Teresa Carreno di Caracas nel 2008, in Venezuela, con il primo Concerto per pianoforte di Chopin.

Nel corso della sua carriera ha avuto modo di collaborare con numerose compagini sinfoniche in tutto il mondo, e con molte delle orchestre filarmoniche polacche, oltre che con importanti direttori, come Ł. Borowicz, T. Bugaj, W. Czepiel, M. Nestorowicz, J. Medina, J.C. Lomonaco, M. Caldi, P. Guelke, A. Posada, R. Tibiriçá. Diverse sue registrazioni sono state trasmesse su vari canali internazionali (Deutsche Welle, TVP Polonia, RMF Classic, ABC Classic, FM Australia, RAI). Il M° Sobula ha ricevuto numerosi riconoscimenti sia da fondazioni che istituzioni: l’UNESCO in Parigi, lo JESC in Giappone, il Governo Italiano, il Ministero della Cultura e del Patrimonio Nazionale ed il Ministero della Scienza e dell’Educazione Superiore polacchi, la Crescendum Est di Polonia. Nel 2008 riceve il prestigioso premio “Ars Quaerendi” dalla Regione di Cracovia, e nel 2017 il “Bene Merito” dal Ministero degli Affari Esteri polacco, per i suoi servigi nel promuovere la cultura polacca nel mondo. In aggiunta all’attività concertistica, Marian Sobula porta avanti una personale passione per l’insegnamento, tenendo diverse masterclasses in Polonia ed all’estero; a Bratislava, Lipsia, Lecce, Cagliari ed al Conservatorio Centrale di Pechino.

Dal 2007 lavora inoltre presso il Dipartimento di pianoforte dell’Accademia musicale di Cracovia ed è stato più volte membro di giuria in concorsi per giovani pianisti in Lipsia, Kosice, Usti nad Labem e Shangai. È infine presidente dell’Associazione PianoClassic e direttore artistico del 9° International Royal Cracow Piano Festival, e del progetto Polish Music Days.

 

Civitanova Classica Newsletter

Se vuoi essere informato su tutti gli eventi e i concerti di Civitanova Classica, iscriviti alla nostra newsletter. L'utente dichiara l'espressa autorizzazione al trattamento dei dati personali conferiti ai sensi del DLgs 196/2003.